“Torna” di Costantino Kavafis

Quanto ci manca il corpo! Quello degli altri e pure il nostro, confinato tra quattro mura. Ascoltare la parola poetica magari aiuterà: in particolare questa poesia di Costantino Kavafis che parla della memoria del corpo, da alimentare e mantenere viva. Torna.