Il migrante è il nostro specchio.

Il migrante è il nostro specchio. Il migrante riflette le nostre meschinità, le nostre bassezze, i nostri più indicibili segreti, le nostre imbarazzanti perversioni, che soffochiamo prepotentemente da tempo. Il migrante ci fa sentire disarmati, completamente indifesi alla vulnerabilità dell’esistere e dell’esistenza. Il migrante è il nostro specchio perché ci spoglia, ci lascia nudi all’assalto…