Recensione: “Chav. Solidarietà coatta”

Oggi, su ChronicaLibri, ho recensito Chav. Solidarietà coatta di D. Hunter, edito da Edizioni Alegre.

Hunter è un “chav”, ovvero un coatto, termine dispregiativo utilizzato per “disumanizzare un vasto gruppo di persone che reagisce con noncuranza nei confronti di chi ha beneficiato della loro espropriazione”. Una parola, complessa, insomma, utilizzata in maniera feroce e brutale per catalogare e lasciare ai margini. Con Hunter, questa parola si fa ribellione, c’è il tentativo di risemantizzarla e utilizzarla come atto di rivendicazione, per tutti quei corpi sottomessi e lasciati agonizzanti sulle soglie della collettività sociale.

La recensione completa qui.

Recensione: Antichi demoni nuove divinità

Su ChronicaLibri ho recensito Antichi demoni, nuove divinità, una splendida antologia di narrativa contemporanea tibetana, curata da Tenzin Dickie e edita da O barra O edizioni.

È un Tibet contemporaneo interessante e magnetico; perché non comprende solo la parte mistica e religiosa – forse la più nota e conosciuta, la più inflazionata – ma anche quella di una società che suo malgrado si trova di fronte alle sfide della modernità, del capitalismo sfrenato, della morsa politica; e ne esce ammaccato e stropicciato, ferito e persino un po’ misconosciuto, ma sempre fieramente indomito.

La recensione completa qui.

Recensione: Le felicità

Ho recensito su ChronicaLibri il nuovo libro di Edizioni Gruppo Abele: Le felicità, coi testi di Roberto Piumini e le immagini di Sergio Olivotti.

“La narrazione si fa quindi compatta e organica, anche se le piccole poesie e illustrazioni possono essere usufruite guidati dal caso – o dal destino. Perché la felicità è piccola, è immaginazione, è fantasia; la felicità – forse, è questa la lezione più profonda del libro – è solo aderire quanto più possibile a noi stessi in ogni nostra azione del quotidiano.”

Qui tutta la recensione.

Recensione: “Per amarvi, o fiori!”

Oggi ho recensito per ChronicaLibri il primo volume de L’anima dei fiori. Per amarvi, o fiori!, deliziosi bozzetti di Matilde Serao coraggiosamente ripubblicati da Edizioni Spartaco a cura di Donatella Trotta.

“Ricordi personali, visioni paesaggistiche, notizie scientifiche si impastano, miscelandosi compiutamente in un’indagine che non ha nulla di banale né di scontato, garantendo al lettore un coinvolgimento emotivo e sensoriale che disvela esperienze già note ma che così raramente vengono ricondotte in una prospettiva di così ampio respiro. Il fiore è un linguaggio, e la Serao lo conosce approfonditamente, regalando a ogni lettrice e ogni lettore la chiave di decodifica e traduzione, garantendo a tutte e tutti la possibilità di farsi conoscitori e diffonditori.”

Tutta la recensione qui.

Recensione: Mina per neofiti

Ho recensito su ChronicaLibri Mina per neofiti. La vita, la voce, l’arte di una fuoriclasse, di Aldo Dalla Vecchia, edito da Graphe.it Edizioni.

“Mina c’è, anche con la sua assenza: in poche, pochissime, forse nessuna, si possono permettere tanto. E questo testo, breve e squisito, è l’anticamera migliore per cercare di gettare uno sguardo sulla sua stanza tutta per sé”.

Tutto l’articolo qui.

Recensione: “Stonewall”

Oggi ho recensito su ChronicaLibri.it il saggio Stonewall. Memoria e futuro di una rivolta, curato da Yuri Guaiana e Francesco Lepore, ed edito da Villaggio Maori Edizioni.

“Conoscere la storia è fondamentale, squadernare la corretta narrazione degli inizi della rivolta è imprescindibile, saper illuminare la strada futura con i valori costitutivi è una responsabilità irrinunciabile, trasformare il movimento LGBT+ in vettore di richieste e diritti per tante e tanti è la chiave per potenziarlo e renderlo più incisivo: il saggio “Stonewall. Memoria e futuro di una rivolta” è un contributo necessario per risignificare il presente e per avere speranza nel prossimo avvenire.”

Leggi la recensione qui, su ChronicaLibri.

Recensione: Libro di Ipazia di Mario Luzi

Una mia recensione al suggestivo Libro di Ipazia di Mario Luzi, edita su ChronicaLibri.it

“Ipazia è donna combattiva, che non depone l’unica arma a sua disposizione – la parola, ovviamente – per esortare e convincere i suoi concittadini a non lasciarsi travolgere da un cambiamento incombente e preoccupante, inquietante. Ipazia sfida le folle cieche di violenza e sprezzanti del ragionamento, impavida sa che l’ora è compiuta e che i sofismi non son più validi: adesso c’è solo da impugnare il proprio volere e conquistare il rispetto di sé“.

Recensione di “Un uomo felice” di Hai Zi

Ho recensito oggi su ChronicaLibri Un uomo felice, raccolta poetica del cinese Hai Zi, edito per la prima volta in Italia da Del Vecchio Editore.
Una silloge imperdibile, una voce poetica nutriente.

“Uno straordinario regalo, quello che fa Del Vecchio Editore, pubblicando per la prima volta in Italia la raccolta del poeta cinese Hai Zi, Un uomo felice. È un’esperienza straordinaria precipitare nella poesia e nella lingua di uno dei maggiori poeti contemporanei cinesi, sconosciuto in Italia, dalla vita travagliata ma dalla materia poetica potente e concreta, come creta sotto le mani. Il viaggio in queste poesie è una sperimentazione sensoriale e linguistica nuova e stra-ordinaria.”

Continuate a leggere l’intervista su ChronicaLibri.it

I “Profili letterari” di Federigo Verdinois.

Su ChronicaLibri ho recensito un libro vintage, imperdibile! I Profili letterari e ricordi giornalistici di Federigo Verdinois, dalla penna affilata come rasoio.

“I Profili letterari e ricordi giornalistici di Federigo Verdinois, editi da Felice Le Monner Editore, nel 1949, sono una divertente e divertita galleria di ritratti di eccellenti personalità del mondo letterario e giornalistico dell’Italia del primo Novecento. Ci si possono ritrovare nomi illustri e famosi, presentati in una prospettiva più umana e diretta, rispetto alla mediazione delle loro opere”.

Continua su ChronicaLibri.

Recensione: “Le sinapsi preferiscono la pepsi”

Il testo di Tiziano Maffescioni, Le sinapsi preferiscono la pepsi, edito da Edizioni del Mosaico, è un esempio illuminato e illuminante di come ci si possa divertire con il significato e il significante delle parole. Attraverso un’impostazione grafica accattivante e coinvolgente, il libro si squaderna in due parti, diverse seppur cooperanti e armoniche. Nella prima parte, una mitragliata di motti ed epigrammi che ci stupiscono e ci sconvolgono, ci lasciano senza fiato e sul limite dell’incomprensione, perché alienanti. Le parole sono compromesse nel loro significato abituale e sono condotte al limite dell’abuso, in un gioco estremamente incalzante di risignificazione.

(Continua su ChronicaLibri.it…)

sinapsi 29-03-2020 19-39-56.BMP

 

L’uomo che veniva da Messina

Oggi su ChronicaLibri ho recensito lo splendido nuovo romanzo di Silvana La Spina sulla vita misteriosa di Antonello da Messina: L’uomo che veniva da Messina, edito da Giunti Editore.

Non perdetevelo!

http://www.chronicalibri.it/2016/01/la-vita-dipinta-di-un-pittore-immenso/

“Il matrimonio dello zio”.

Oggi su ChronicaLibri ho recensito Il matrimonio dello zio, libro per grandi e piccoli di Maria Silvia Fiengo con le illustrazioni coloratissime di Sara Not edito da Lo Stampatello, che si è vista poche settimane fa mettere al bando dei libri dal sindaco di Venezia, soltanto perché contribuivano a educare i bambini di asili e scuole elementare al riconoscimento delle differenze e delle alterità.

http://www.chronicalibri.it/2015/10/love-is-love-e-il-matrimonio-e-per-tutti/

“Dieci obiezioni ai Comandamenti”

Oggi su ChronicaLibri ho recensito l’interessante indagine sulla letteratura russa di Igor Sibaldi, Dieci obiezioni ai Comandamenti, edito da Edizioni Spazio Interiore.

http://www.chronicalibri.it/2015/09/dieci-obiezioni-ai-comandamenti-nella-letteratura-russa/

“Lettere d’amore”.

Su ChronicaLibri tempo fa ho recensito lo splendido epistolario di George Sand e Alfred de Musset, edito da Archinto.

Tanto abbiamo amato e tanto, per questo, ci sarà perdonato.

http://chronica-libri.blogspot.it/2011/07/lettere-damore-tanto-abbiamo-amato-e.html