“La Bohème”.

“La Bohème” rimane, al di là di tutto, una delle mie opere preferite.

Sublime musica di Puccini e un libretto, di Illica e Giacosa, poetico dall’inizio alla fine…

“La mia stanza è una tana

squallida… il fuoco ho spento…

V’entra e l’aggira il vento

di tramontana.

Essa canta e sorride

e il rimorso m’assale.

Me, cagion del fatale

mal che l’uccide!”.

Illustrazione di Miguel Rocha

Un commento Aggiungi il tuo

  1. amiciliricancona ha detto:

    Bellissima complimenti!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...